Scopriamo insieme il food photography

-, News, Tutorial & Guide-Scopriamo insieme il food photography

Scopriamo insieme il food photography

È sempre più presente la figura professionale del food photography anche grazie alla popolarità dei social network come instagram, facebook e youtube.

Chi è e cosa fa un fotografo food ?
Il food photographer è un professionista del mondo fotografico, che in particolare si occupa di produrre fotografie di alto livello relative al cibo, successivamente i suoi scatti possono essere usati per diversi utilizzi come:

  • Campagne marketing;
  • Fotografie destinate ad una rivista culinaria o libri di cucina;
  • Promozione sui social;
  • anche se meno richiesto, le foto di un food photography vengono usate come fonte di arredamento per decorare il proprio locale con qualche piatto della casa.

Un food stylist non è solo una persona che scatta foto al cibo ma, si occupa di tutto quello che riguarda la materia primapresentazione e impiattamento del cibo prima di essere fotografato.

Quali sono le principali tipologie di food photography.

  • Fotografo per il packaging, è la categoria con più competenze tecniche e con regole più rigide;
  • Food photography pubblicitario, è una tipologia molto artistica, dove c’è più spazio per la creatività anche se il risultato finale è sempre il presentare in modo chiaro e preciso un prodotto;
  • Infine c’è il food photography editoriale, questa è la categoria forse più complessa visto che richiede sia molta tecnica che molta fantasia, infatti questa figura è quella che si occupa di trasmettere emozioni tramite le proprie fotografie.

Quali studi seguire per diventare un food photography:
Per essere un vero professionista del settore food bisogna conoscere le basi dello Still Life, dove composizione e luce sono fondamentali.
Lo “still life” che si può tradurre con “natura morta”, questo nome fa riferimento ai soggetti inanimati come fiorifruttaortaggi ed anche cibo in generale.
Alla base dello still life vi è l’illuminazione, infatti, questo stile è caratterizzato da luci soffuse così da non ottenere delle ombre troppo evidenti, ameno che non siano volute e studiate.

Quali sono le attrezzature utilizzate nello still life:
In studio sono utilizzati riflettori con ombrello riflettenteluci con soft box o luci continue.
Ma in questo settore esistono anche delle attrezzature più compatte per lavori esterni dallo studio.
Queste attrezzature consistono in una sorta di mini studio portatile a forma di cubo, con un tessuto diffusore sui lati, un fondale sostituibile ,una o due luci all’esterno. La luce delle lampade è diffusa dal tessuto, rimbalza all’interno sui lati ed è riflessailluminando bene il soggetto e permettendo di ottenere buoni risultati.

Una volta apprese tutte le basi del genere still life, possiamo parlare delle differenze con il food photography.
Dunque, la differenza sta tutta nelle fonti di illuminazione, infatti  nel food photography, nella maggior parte dei casi, è più naturale.

Ora che conosciamo meglio tutte le caratteristiche professionali di questa professione possiamo scegliere meglio a chi affidare la nostra immagine soprattutto in un era in cui il digitale e i social sono invasi da utenti che si spacciano per professionisti del settore.

Per ottenere immagini che non sono solo fotografie ma vere opere d’arte, rivolgiti a Michelangelo Convertino – Fotografo Food.

2018-04-27T12:37:08+00:00